Breve storia: week end in costiera pioggia per 2 giorni ©

Breve storia: week end in costiera amalfitana col motoclub, pioggia per 2 giorni. Fine della storia!
In realtà quella che voglio raccontare non è nè una storia triste nè, ahimè per chi leggerà fino alla fine (a cui pongo le mie più cordiali scuse ma comunque RINGRAZIO), breve.
La storia ha inizio venerdì all’ora di pranzo: munito di carta e penna, comincio a fare una lista delle cose indispensabili da portare nel bagaglio ma soprattutto gli ultimi accorgimenti da fare alla moto prima di partire. Risultato finale: dopo l’ufficio si rimane chiuso in box fino alle 21:30 e poi a casa a preparare il bagaglio, cercando di far entrare tutto in una borsa da serbatoio (ottenendo un ottimo risultato, MODESTAMENTE).
Sabato, il grande giorno: il box si apre, la moto è lì che mi attende. Le parlo e mi affido a lei, la avviso che sarà una bella avventura a causa delle condizioni meteo e lei non mi dovrà tradire. Mi auguro il meglio partendo senza indossare l’antipioggia, ma già sul GRA i primi goccioloni mi stanno aspettando. Arrivati al parcheggio dove ci sono tutti i membri di questa spedizione, mentre ci stiamo attrezzando per partire e tutte le cerate antipioggia strusciano l’uno contro l’altra, sentendo quel fastidioso quanto protettivo SWISH SWISH, un bel temporale ci fa ritardare la partenza! Ma noi siamo troppi decisi per farci intimorire da “4 goce, tzè”!
Il percorso è accorciato, non prevede purtroppo tante strade dove le nostre belle bimbe sono capaci di piegarsi per più di 50°, ma il divertimento, le risate, le conversazioni nei momenti di pausa (e soprattutto la PIOGGIA) sono assicurate nonostante piccoli imprevisti.
Finalmente a destinazione, tutti negli spogliatoi a farsi una doccia calda e poi pronti per il “gran galà”. La sera trascorre felice tra conversazioni in cui il “vino veritas” e la “moto piegas”. Mentre fuori continua a piovere, e anche durante la notte lo scroscio della pioggia e i tuoni (ma anche un gallo che canta fuori orario, un cane e una civetta) la fanno da padrone.
The last day: date le condizioni la partenza è postecipata, il giro ridotto ulteriormente e percorriamo autostrada come se non ci fosse un domani!
E poi si torna a casa: nel box ripercorri con la mente tutti i momenti, i jolly giocati a causa dell’asfalto bagnato, le persone conosciute.. e ti rimangono tutti quei sorrisi, tutti quei visi che, nonostante la fatica della dura prova dei due giorni, ti salutano contenti, VIVI, sicuramente pronti per altre avventure!
GAS & LOVE FRATELLI E SORELLE, è stato un onore e sopratutto un PIACERE condividere con voi questi due giorni!

Raimondo Cuciniello

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *