Partenza per Cursula@

Nel territorio comunale di Cascia sorgeva Cursula, centro abitato romano distrutto nel I secolo a.C. a causa delle devastazioni dei popoli barbarici e dei terremoti che da sempre sconvolgono la cittadina e le zone limitrofe.

Lo so, non è un trattato di storia eppure tutto nasce così da ricerche e racconti scoperti in rete e poi comincio a pensare al percorso per il gruppo, alle curve e ad ogni singolo tornante e la mente si libra in volo e tutto comincia ad emozionarmi e con passione comincia la pianificazione. Il tempo è sempre poco per sistemare tutti i dettagli e la domenica si avvicina non resta che rubare il tempo la notte per recuperare J

Ore 6.00 di domenica mattina nel dormiveglia ricapitolo se tutto andrà nel verso giusto: se la moto è a posto, se la mappa del percorso è caricata sul navigatore, se l’ interfono è carico. Un altro beep beep interminabile della sveglia mi desta del tutto, un rapido controllo al cellulare per eventuali comunicazioni dell’ultima ora delle forze dell’ordine o dell’Anas e di corsa a fare colazione ripercorrendo con la mente ogni strada ed incrocio che ci aspetta.

Tante le cose che affollano la mente poi, apro il cassetto, e trovo riposta con attenzione la maglietta rossa degli HP Bikers Team, un sorriso si stampa sul volto e con un gesto quasi liberatorio indosso la maglietta ed è in quel momento che so che andrà tutto bene.

In un attimo sono vestito, imbocco le scale ed eccomi davanti alla porta del garage; scorre la serranda e lei è la ROSSA ad aspettarmi poggiata sul cavalletto quasi a farmi un occhiolino ed a rassicurami che sarà una giornata ricca di emozioni. Il silenzio del garage viene interrotto dal borbottio del bicilindrico un suono che scalda il cuore ed azzera ogni preoccupazione; il casco indossato con estrema meticolosità e via verso l’appuntamento con il resto del gruppo.

La strada scorre veloce e la moto sembra come un bambino che viene portato al parco e ad ogni curva senti la sua gioia cresce. In un attimo sono all’appuntamento come sempre in anticipo, parcheggio la moto e ripongo in casco, ma la solitudine dura poco ed si iniziano a sentire i rumori delle varie moto che arrivano, rumori che conosco bene e dopo poco vedo i sorrisi degli amici che salutano con una gioia che solo chi vive questo mondo può realmente capire. Il tempo dei saluti, un caffè, il briefing tecnico prima di partire, le ultime istruzioni per i Pivot e parte il grido IN MOTOOOO.

Si parte e so già che sarà una bella avventura perché da soli si va veloci ma in insieme si va più lontano.

 

Floriano

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *